(+39) 06.86.95.6900 info@microcredito.gov.it

 

MICROCREDITO DELLA FONDAZIONE VALLARSA

La Fondazione Vallarsa, tramite la Cassa Rurale di Rovereto, eroga dei piccoli prestiti a studenti, imprese, coppie e persone in difficoltà economiche. L'istituzione concede due diversi tipi di piccoli prestiti. Il primo è il prestito di solidarietà: fino a 10.000 euro da restituire senza interessi in 10 anni, destinato a chi si trova in una situazione di temporanea difficoltà economica. Il secondo è il prestito sull'onore: fino a 10.000 euro da restituire senza interessi in 5 anni per studenti universitari o alle prese con corsi d'istruzione post-diploma, per imprese, associazioni o enti nati di recente, in ristrutturazione o crisi e per chi intraprende iniziative con significative ricadute sull'ambiente e la comunità di Vallarsa.

http://www.creditocooperativo.it/news/dettaglio_news.asp?i_menuID=9407&hNewsID=37622

CREDITO SOLIDALE DELLA CARITAS DI TRENTO

La Caritas Diocesana di Trento promuove il progetto Credito Solidale per microcrediti sostenibili a famiglie in difficoltà. Al progetto partecipano la Cassa Rurale di Aldeno e Cadine, la Cassa Rurale di Rovereto, il Comune di Trento e quello di Rovereto. Il progetto prevede che l’erogazione dei prestiti venga effettuata dalle due Rurali, dopo aver valutato le richieste avanzate dalla Caritas, che ne curerà l’istruttoria attraverso i suoi centri di ascolto. I prestiti sono rivolti a persone e famiglie non bancabili e in difficoltà economica temporanea e straordinaria. Si parte da prestiti di 500 euro fino ad un massimo di 3000 euro a un tasso di interesse del 2,5%. 

 http://www.creditocooperativo.it/news/dettaglio_news.asp?i_menuID=9407&hNewsID=37622

Microcredito agli immigrati stranieri-ATAS

L’iniziativa ’Microcredito agli immigrati stranieri’ è stata promossa a partire da marzo 2007 dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Trento e Rovereto in collaborazione con ATAS onlus, Cassa Rurale di Aldeno e Cadine e Comune di Trento con l’obiettivo di rispondere ai bisogni degli immigrati che desideravano avviare o sviluppare attività imprenditoriali nel territorio della provincia di Trento ma che riscontravano delle difficoltà di accesso al credito e nel fornire le garanzie richieste dal sistema bancario. Per questo a inizio 2007 era stato creato un fondo di garanzia di 98.000 euro, grazie a donazioni della Fondazione Cassa di Risparmio di Trento e Rovereto (80.000), Cassa Rurale di Aldeno e Cadine, Comune di Trento, Comprensorio Valle dell’Adige. Il progetto prevedeva l’erogazione di prestiti per un ammontare compreso tra i 500 e i 1500 euro per attività di formazione volte all’occupazione e tra i 1500 e i 5000 euro per singoli o 10000 euro per società o cooperative per attività economiche. L’informazione, la gestione delle domande e la valutazione delle stesse era gestita da operatori di ATAS onlus. Una valutazione economico-finanziaria finale era anche effettuata dalla Cassa Rurale di Aldeno e Cadine, che deliberava il prestito e gestiva l’erogazione e la restituzione del microcredito. 

http://www.atas.tn.it/

Il prestito d'onore della Provincia di Trento

è un prestito in denaro concesso senza interessi dai Servizi attività sociali delle Comunità di valle o dai Comuni di Trento e Rovereto per un periodo di tempo concordato, non superiore ai cinque anni. L’ammontare del prestito è compreso tra un minimo di 1.000,00 ed un massimo di 10.000,00 euro in funzione delle necessità dei richiedenti. E’ erogato a persone e famiglie (giovani coppie, nuclei con 3 o più figli a carico, nuclei con aumento del carico familiare per parto gemellare o plurigemellare, famiglie con figli disabili, gestanti e puerpere sole, famiglie monogenitoriali con figli minori) per fronteggiare specifiche categorie di spesa che incidono su situazioni economiche problematiche. Sono spese ammissibili: -spese sanitarie non coperte dal SSN o spese assistenziali; - spese insorte a seguito di separazione, divorzio o morte del coniuge; -spese relative all’alloggio (anticipo canone di locazione, acquisto primo arredo, interventi di manutenzione straordinaria); - spese scolastiche di figli iscritti e frequentanti scuole secondarie di secondo grado, di formazione e riqualificazione professionale o corsi universitari; - spese per completamento di versamenti per contributi volontari a fini pensionistici; -spese relative ai concepiti e ai neonati. Per ottenere il prestito è necessario essere maggiorenni, risiedere in un comune deppa provincia di Trento, avere cittadinanza italiana o in uno stato dell’Unione europea oppure, per i cittadini extracomunitari, essere in possesso della carta di soggiorno, avere una condizione economica e patrimoniale del nucleo familiare entro i limiti dei parametri ICEF.

www.trentinosociale.it